Ortopedia Funzionale dei Mascellari

Ortopedia Funzionale dei Mascellari

L’Ortopedia Funzionale dei Mascellari è la specializzazione che diagnostica, previene, controlla e tratta i problemi di crescita e sviluppo che interessano le arcate dentali e le loro basi, sia nel periodo odontogenetico, come in quello postodontogenetico.

Quindi, l’Ortopedia Funzionale dei Mascellari è la branca dell’odontoiatria che ha l’obiettivo di rimuovere interferenze indesiderate durante la crescita e lo sviluppo fisiologico delle strutture stomatognatiche.

Agisce direttamente sul sistema neuromuscolare che regola lo sviluppo osseo dei mascellari e che può portare i denti ad occupare le proprie posizioni funzionali ed estetiche.

Questo modo di operare crea nuovi riflessi posturali e un’altra dinamica mandibolare che produce e mantiene l’armonia del sistema stomatognatico, ottenendo l’efficienza masticatoria.

L’Ortopedia funzionale dei Mascellari è riuscita ad organizzare e definire i principi base della nuova odontoiatria  che sono:

l’eccitazione neurale,
il cambio di postura terapeutico.

Infatti in base a questi principi l’Ortopedia Funzionale dei Mascellari agisce sull’ottagono delle priorità funzionali.
L’ottagono delle priorità è infatti costituito da ( lingua, ATM, mandibola, regione inframandibolare, testa, collo, passaggio d’aria e colonna.)

L’Ortopedia funzionale dei Mascellari riorganizza il sistema cranio-cervico- mandibolare creando nuovi riflessi posturali atti a ritrovare equilibrio sia statico (rest position o posizione di riposo posturale) che dinamico (masticazione, deglutizione e fonazione).

La particolarità dell’Ortopedia Funzionale dei Mascellari

La particolarità dell’Ortopedia Funzionale dei Mascellari avviene attraverso apparecchi ortopedico funzionali quando questi sono necessari, che richiedano per la loro sezione, costruzione e utilizzo clinico dei metodi specifici di diagnosi per le molteplici possibilità di cambio di postura terapeutico.

Con l’utilizzo di sistemi propri di ancoraggio; l’azione avviene in modo peculiare sui denti, in base ai loro punti e o aree di contatto ed alle loro zone ad alta convessità; interferendo sulla dinamica mandibolare in modo impari, così come sulle strutture muscolari facciali ed ossee.

Infatti, nella terapia ortodontica intervengono molti fattori interni e esterni, capaci di rivelarsi importantissimi nel corso di un trattamento ortodontico.

Quindi, la conoscenza approfondita delle “basi biologiche”, dell’antropologia, delle fisiologia dell’organo masticatorio, e i principi dell’OCCLUSIONE BILANCIATA.
Lo studio approfondito degli ANGOLI FUNZIONALI MASTICATORI PLANAS (AFMP), gli insegnamenti della Dottoressa WILMA ALEXANDRE SIMOES, le tecniche di BALTERS, FRANKEL, BIMLER, ecc.
Sono i principi fondamentali della ortopedia funzionale dei mascellari.

Infatti i principi fondamentali dell’ ortopedia funzionale dei mascellari sono l’equilibrio del sistema stomatognatico, che viene ottenuto partendo dall’eccitazione neuronale corretta di articolazioni, muscoli, periodonto, mucosa, periostio e altre strutture.

Gli apparecchi ortopedici funzionali.

Attraverso la costruzione di apparecchi ortopedico funzionali, applicati nell’ambito di modelli adeguati nel tempo, intensità e qualità, (SOF Squadratura Ortopedico Funzionale), sfruttiamo la velocità di conduzione dell’impulso nervoso adeguato per il raggiungimento dei risultati clinici nel minor tempo possibile a seconda del caso.

I principi fondamentali comuni alle tecniche di BALTERS, FRANKEL, BIMLER, PLANAS, SIMOES NETWORK ecc. sono:
Eccitare la dinamica di una determinata regione del Sistema Stomatognatico. principalmente modificando la postura.
Modificando la posizione della mandibola e agendo sul Tono Neuromuscolare che è uno dei principali modellatori di crescita ossea.

Quindi, tutti questi apparecchi ortopedico funzionali eccitano i muscoli di propulsione-retrusione e l’eccitazione neuronale.

Infatti, se immaginiamo i muscoli come delle briglie, involucri e vele.
Viene  più facile capire meglio il grado di azione di questi apparecchi.

La maggior parte di questi apparecchi ortopedico funzionale vengono divisi in due categorie BIOELASTICI e BIOPLASTICI.

Gli apparecchi BIOELASTICI.

La loro particolarità prima di tutto è che sono più leggeri e più flessibili.
Sono costituiti più da filo ed hanno un’area di contatto minore con le strutture orali.
Essi agiscono attraverso la coordinazione dei movimenti e della postura linguale e mandibolare, con maggiore rotazione che traslazione.

Gli apparecchi BIOPLASTICI.

Sono più rigidi e sono costituiti prevalentemente da acrilico e hanno maggiore contatto con le strutture orali agendo sulle stesse.
Infatti, mantengono la forma e favoriscono il cambio di postura terapeutico in traslazione.
Vedi Simoes Netword.

Gli apparecchi più utilizzati nell’Ortopedia Funzionale del Mascellari.

Gli apparecchi di Bimler.

Utilizzato in più di una versione, sulla base di una classificazione, stabilita dal prof. Bimler, costruita sul rapporto incisivo. Il tipo A – B – C .Ne esistono 6 varianti.

 

Gli apparecchi di Planas.

Gli unici apparecchi che mettono in relazione l’obbiettivo del trattamento con i movimenti di lateralità funzionali, ossia con le relazioni maxillo-mandibolari armoniche, con minimo sforzo minimo profitto.

Il Fubicon.

Apparecchiatura di tipo bioelastico monomascellare a stimolo intermittente.
Funzione espansione dell’arcata superiore con molla palatina o vite di espansione.
Infatti, la sua azione sul mascellare non è a carico della sutura mediana ma si estende su tutto il processo alveolare attraverso stimoli di effetto presenza trasmessi ai denti dall’apparecchiatura.
Tutto questo riduce la possibilità di recidive.

Piste indirette Planas

Le Piste indirette Planas e il loro orientamento masticatorio generano nuove possibilità per il trattamento precoce nella dentizione decidua.
Vengono usate nei casi di mancanza di libertà nei movimenti mandibolari, nelle interferenze occlusali e nel framitus.
Sono utilissime nei casi di morsi incrociati posteriori unilaterali e nei casi di distocclusione, mesiocclusione, neutrocclusione e nel mantenimento della dimensione verticale.
Infatti, le piste indirette Planas, sono adatte alla correzione di deviazioni mascellari o mandibolari.
In conclusione sono indispensabili per il mantenimento della posizione corretta in D.A.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi

START TYPING AND PRESS ENTER TO SEARCH